Incisioni del traduttore n° #1311
28 Maggio 2022

Sapevo che quel giorno sarebbe arrivato, che la crepa nella barca, le nuvole nere all’orizzonte, che prima o poi sarebbe toccato anche a me – ci passano tutti. Ma speri sempre, speri sempre che per te sia diverso, che ti si offra una possibilità, per sfuggire all’ineluttabile, un miracolo insomma, che il fiume si prosciughi, che il temporale s’allontani trainato a forza, controvento, dalla cavalleria. A ripensarci, non poteva essere altrimenti, dopo cinque “romanzi” di Chevillard! Ed eccolo riverso, sventrato, scoppiato per il troppo sforzo, sullo scrittoio: il mio fido dizionario… Santo cielo!

La perspective d’un nouveau livre excite ma fantaisie. Je m’y penche, le vent soudain levé, de ma rémige, avant de disparaître en piqué, au délà du promontoire.


Condividi