Incisioni del traduttore n° #431
3 Novembre 2019

Guardo le gocce di pioggia sul vetro perfettamente liscio designare come meglio non saprebbe una matita colorata la finestra del mio studio di cui per giorni e giorni infatti non mi ero neanche avveduto.

Dans le poumon vert du chou-fleur pourtant, on y respire à peine. Pouah!

Il cielo basso e greve pesa sempre come un coperchio, un vecchio scolapasta d’acciaio: da cui le sbarre umide di un grande carcere o i raggianti spaghetti festosi, forieri di falsa speranza.