Incisioni del traduttore n° #729
26 Agosto 2020

S’étire – mi endormi – le cochon souriant parfaitement glauque et insolent, dans l’œil autrement bleu du ciel, au petit matin, qui se moque de mes cernes noires.

Partendo dai nostri piedi, già riflessi a due passi da noi, srotolò un lungo tappeto luminoso, per indicarci non tanto l’ubicazione esatta della hall del nostro albergo bensì la strada più breve da percorrere per raggiungerlo, dall’altra parte del golfo, la Luna.


Condividi