#1499
4 Febbraio

Certo che gli abitanti di Porto Tolle li riconosci subito: indossano tutti una mimetica.

Continua a leggere

#1498
3 Febbraio

Non mi provo la pressione, non con lo sfigmomanometro, per scaramanzia.

Continua a leggere

#1497
2 Febbraio

Mi hanno tirato su facendomi credere che nella fatìca stessa, declinata nei vari dolori alla schiena, al collo, al sedere, alle ginocchia… riposasse una qualche funzione fàtica, la prova necessaria della mia vita. Quando, forse, avrebbero dovuto mettere l’accento sullo svago.

Continua a leggere

#1496
1 Febbraio

Il monomaniaco è – innanzitutto, non me ne voglia, più una questione di onestà intellettuale, la mia, che una volontà di nuocere, di ferire, di interferire piuttosto nella vita degli altri che, ci mancherebbe, non stanno lì ad aspettare il mio giudizio, ma tant’è, checché ne pensino – paranoico.

Continua a leggere

#1495
31 Gennaio

J’ai remis à plus tard le moment d’écrire ces mots autant que possible, aujourd’hui, pour en prolonger le plaisir. Or, là on m’attend pour l’apéro. A demain.

Continua a leggere

#1494
30 Gennaio

Nell’assurdo zeugma di (in)certe giornate s’annida la causa dell'eczema, e di altre amenità dermopsicologiche.

Continua a leggere

#1493
28 Gennaio

Il reste à savoir si le traducteur relève plus du papillon ou de l’asticot.

Continua a leggere

#1492
27 Gennaio

La possibilità che il salmone – debitamente affumicato e tagliato a fette e poi riposte su un vassoio, tipo questa frase, per capirci – si reincarni – sì, lo so, però passiamo oltre la sottile disquisizione della carne del pesce, sennò non ne usciamo, non vivi, neanche noi –, è remota, considerato che siamo ormai a un mese abbondante dal Natale, e che il trancio in questione – color salmone sbiadito ormai – era già in offerta all’epoca.

Continua a leggere

#1491
26 Gennaio

Eureka, è una moneta d’oro! – ha verificato, dall’alto della rupe, il lupo.

Continua a leggere

#1490
25 Gennaio

La verità – lo sai quando te la trovi sotto il naso, con quel suo tanfo irrefutabile, penetrante l’apparenza, reale, di crisalide – è una sola, per volta.

Continua a leggere

#1489
24 Gennaio

Tout en imaginant de pouvoir renaître, il faut convenir que je ne pourrais jamais me servir d’une règle, pour écrire.

Continua a leggere

#1488
23 Gennaio

La conscience de la brièveté de la vie amène les hommes à des conclusions opposées. Puis il est des écrivains.

Continua a leggere

#1487
22 Gennaio

La vita è una prigione da cui sarà molto doloroso uscire. E adesso sapete come mai sono nudo, in cucina, e perché mi sto cospargendo d’olio d’oliva.

Continua a leggere

#1485
20 Gennaio

Le bonhomme transpire toujours le leindemain, une pelle rouge dans la main, de la chute de neige.

Continua a leggere

#1484
19 Gennaio

L’hiver aux cheveux blancs! revoici donc la vieille métaphore de la vie qui me fait toujours penser à ma mère me serrant doucement la main ce soir de décembre, en 1985, au milieu de la rue transformée pour l’occasion dans notre patinoire privée. Ah, on dirait que la neige n’ait jamais fondu depuis! (alors que les beaux cheveux de maman demeurent dorés.)

Continua a leggere

#1483
16 Gennaio

Le soir arrivé, je me contenterai de jouer une amortie, tout doucement, juste au délà de l’horizon. (C’est lundi d’ailleurs.)

Continua a leggere

#1482
15 Gennaio

Giulia stende noiosamente i panni ad asciugare. (Non vorrei essere, come dire, al posto suo.)

Continua a leggere

#1481
14 Gennaio

Quanto alla Letteratura, che nutre e fa crescere il nostro spirito… ci sfascia.

Continua a leggere

#1480
12 Gennaio

La letteratura non può avere nulla di consolatorio, se è vero che nulla sconvolge quanto la vera Bellezza – che richiede di dar fondo a lacrime altrimenti inspiegabili.

Continua a leggere

#1479
11 Gennaio

Personalmente diffido dei testi che ci promettono di ritrovare quella calma consolatoria, l’antica tranquillità perduta insieme all’infanzia – quando guarda caso non sapevamo leggere.

Continua a leggere

#1478
10 Gennaio

Du fait du froid, les pigeons se figent sur les cheminées mi-éteintes, alors que prend vit – de l’autre coté de la rue – la maison des Raffins, monstrueuse cathédrale gothique.

Continua a leggere

#1477
9 Gennaio

I pianeti si dribblano gli uni gli altri da un tempo ancestrale, da prima che finissi il secondo anno di superiori – quando mi serviva una buona scusa per schivare Dio, la domenica mattina. (“domenica 8 gennaio 2023”: punk version)

Continua a leggere

#1476
8 Gennaio

I pianeti si dribblano gli uni gli altri da un tempo ancestrale, addirittura da prima che finissi il secondo anno delle superiori – quando mi serviva trovare una buona scusa, per schivare la messa.

Continua a leggere

#1475
7 Gennaio

Ripongo la mia fiducia negli occhiali, sul comodino. (Speriamo di riuscire a dormire, stanotte.)

Continua a leggere

#1474
6 Gennaio

Or il se trouve que je trouve de moins en moins le temps pour me traduire sur ce blog.

Continua a leggere

#1473
4 Gennaio

L’ombre qui te poursuit de loin au petit matin puis raccourcit la distance jusqu’à fondre sur tes pas pour en arriver à te depasser, à trois heures de l’après-midi, te le rappelle toujours tel un cadran solaire: tu es en retard.

Continua a leggere

#1472
2 Gennaio

Il calamaro fritto, che ha perso il dono dell’inchiostro, ha ancora una carta da giocarsi per farsi beffe dei predatori: il trompe l’œil del buco. Senza contare che, in extrema ratio, sa essere proprio indigesto.

Continua a leggere

#1471
1 Gennaio

Le impronte terminavano incredibilmente sul bagnasciuga, il tacco rivolto verso il mare…

Continua a leggere

#1470
31 Dicembre

Non per fare il saccente, tantomeno il blasfemo, ma credo giusto chiudere l’anno con una rivelazione dettatami dall’amore per la verità e per la scienza che, lungi dal costituire un mero mezzo, potrebbe indurre a rileggere il passato e, di conseguenza, indicare la via da seguire. Ebbene sì, l’avrete capito ormai, al tasto dolente, è lì che volevo arrivare: quando Mosè compì la sua leggendaria impresa, il mare era un olio.

Continua a leggere

#1469
30 Dicembre

La dermatite prova la mia (r)esistenza rispetto al mondo. È fisica del resto: tutta questione di attriti.

Continua a leggere

#1468
29 Dicembre

Or si le temps n’était qu’une convention, tu n’aurais qu’à demander à tes connaissances la gentillesse de ne jamais te souhaiter un bon anniversaire.

Continua a leggere

#1467
28 Dicembre

La vraie imagination n’est possible que le dos au mur – puis tête-bêche, un crayon dans la main, face à une feuille blanche énorme justement.

Continua a leggere

#1466
27 Dicembre

Basta immaginare un tamburo, con 365 colpi, e una sola pallottola: carpe diem.

Continua a leggere

#1465
26 Dicembre

La pubblicità, per riuscire davvero, deve intercettare un bisogno o produrlo, per suggestione? – pensavo stanotte, mentre mi contorcevo di fronte alla tv, guardando la réclame del malox.

Continua a leggere

#1464
25 Dicembre

J’écris pas pour faire de l’exercice (avant le grand repas justement).

Continua a leggere