#926
11 Marzo

Je viens de recevoir un appel de la part de mon dentiste, que je n’ai plus revu depuis l’éclatement de la pandémie. C’était pour que je fixe une visite de contrôle justement, puisque la prévention est fondamentale.

Continua a leggere

#925
10 Marzo

Tout comme la colère, le souffle créateur de l’inspiration. Peut-on la retenir longtemps?

Continua a leggere

#924
9 Marzo

Due monete d’oro sugli occhi per affrontare il turbolento viaggio nell’antro della notte, che dentro la bocca sulfurea ritrovo ogni mattina.

Continua a leggere

#922
7 Marzo

Gencive à vif, me sourit amer le mortier. (Ce qui prouve, une fois de plus, que il est des alexandrins bien drôles.)

Continua a leggere

#921
6 Marzo

Figure de l’entre-deux par antonomase, le gris éléphant élastique se dissimule parfaitement dans le coulis du carrelage de la salle de bain encore mouillé partout – d’après Giulia, qui me fait entrer enfin.

Continua a leggere

#920
5 Marzo

C’est bien dans la nature hybride du caméléon lui-même, actually, la forme hésitante, interlope, grise de l’entre-deux.

Continua a leggere

#919
4 Marzo

Voici donc la dernière question restant à dissiper: surtout pourquoi Phèdre essaye-t-il de disparaître à tel point sur mon canapé? C’est risqué, mon petit caméléon!

Continua a leggere

#917
2 Marzo

I supereroi – quelli che tento di emulare sin da bambino almeno – portano i baffi, per non farsi riconoscere.

Continua a leggere

#916
1 Marzo

Il lui suffit, au petit matin, de retrouver le monde enveloppé encore un fois dans le paquet brillant du givre, pour s’exclamer (la bouche bée, un voile léger de baume à levres) ohhhhh! A la petite Giulia.

Continua a leggere

#915
28 Febbraio

Ma l’iceberg rovesciato? con la chiglia sott’acqua – intendo – l’avete mai visto?

Continua a leggere

#914
27 Febbraio

Con infinita gioia, appena socchiusi gli scuri della nostra camera che dà sui vasini del balcone, Giulia nota un piscialetto – nel mio incubo.

Continua a leggere

#913
26 Febbraio

Les comprimées à base de mélatonine censées de favoriser un bon sommeil n’ont aucune efficacité contre la calvitie. De plus la mauvaise humeur est garantie, car je ne fais que songer aux vacances.

Continua a leggere

#912
25 Febbraio

Le soleil timide se retourne, le dos de son pull noirâtre, à chaque fois que j’ose le regarder.

Continua a leggere

#910
23 Febbraio

Deux tourterelles virevoltant puis se figeant un instant en X nous le rappellent: la belle saison est bien loine. Nul ne sait si elle reviendra.

Continua a leggere

#909
22 Febbraio

Ci mancava solo lo spray al silicone sulle lenti degli occhiali! per rendere la foschia che sale dal Mincio - e da sotto la mascherina - ancora più formosa!

Continua a leggere

#908
21 Febbraio

Quanto alle more, torneremo a vederle coagulare direttamente dalle dita asciutte – di ossuti rovi paranoici e autolesionisti, attorcigliati su se stessi.

Continua a leggere

#907
20 Febbraio

Comment lui boucher ce trou, d’où il ne sort que la gêne de la vérité, au génie du vin? sinon, les mains fort serrées autour du col, en essayant de sa propre bouche?

Continua a leggere

#906
19 Febbraio

Tel un imprévisible Petit Poucet, dans le conte sempiternel de Perrault, l’astucieux paysan se sert de l’indélébile purin… contre les petites aigrettes faméliques.

Continua a leggere

#905
18 Febbraio

Poco male! Vorrà dire che mi terrò la lampadina del bagno bruciata ancora per un mesetto, fino all’arrivo dell’ora legale!

Continua a leggere

#904
17 Febbraio

Mi è bastato un mozzicone, di candela. Ho bruciato il Tempio della notte.

Continua a leggere

#902
15 Febbraio

À vol d’oiseau, le faucon se déplace au dessus du globe, qui tourne en rond.

Continua a leggere

#901
14 Febbraio

Da vera gaudente quale è, Giulia sostiene di prenderseli (gli abbracci).

Continua a leggere

#900
13 Febbraio

Ripensandoci… Dodici febbraio duemiladue… Non è palindromo nemmeno in italiano!

Continua a leggere

#899
12 Febbraio

Punto rosso che scorre sul tronco immobile. il picchio mira bene prima di sparare la sua raffica.

Continua a leggere

#898
11 Febbraio

Sotto carnevale, gli alberi iniziano a perdere i capelli e a mettere sulla chioma quelle sfarzose parrucche verde acido che non ingannano nessuno.

Continua a leggere

#896
9 Febbraio

E se fosse la quercia a posarsi sull’immancabile picchio rosso a testa in giù?

Continua a leggere

#895
8 Febbraio

Restano gli scuri scrostati da rinverdire, le pareti sbiadite da imbiancare. Mi ci metterò al ritorno della bella stagione, quando inizierà a farmi male sul serio il molare che so guasto da settimane.

Continua a leggere

#894
7 Febbraio

Scalpita sotto la sua copertina il grasso gatto nero di ciniglia.

Continua a leggere

#893
6 Febbraio

Il Valpolicella che rovina il sorriso magnifica il sistema simpatico...

Continua a leggere