#958
12 Aprile

Chiasso di stoviglie fracassate! Si capiva già del resto, ben prima dell’avvento tardivo degli stradini, che il mercato avrebbe lasciato solo macerie.

Continua a leggere

#957
11 Aprile

Voici un ordinaire chat siamois, de ses longs guants, la tête dans les nuages noires, que ses yeux transpercent, qui passe sur le muret.

Continua a leggere

#956
10 Aprile

Se il drogato, poveraccio, in fondo non ha responsabilità, perché qualcuno l’ha drogato giustamente… il salame… – tre o quattro fette – dico –, faranno mai ingrassare, assunte sopra la lingua prima dell’insalata?

Continua a leggere

#955
9 Aprile

Eppure a nessuno era venuto il sospetto. Nessuno di noi – eravamo appena rinvenuti del resto, ancora distesi a terra, storditi, i pantaloni squarciati e le mani sporche, del nostro sangue – aveva pensato al maggiordomo… maggiordomo che effettivamente avremmo ben potuto chiamare, al citofono, invece di tentare di scavalcare la cancellata.

Continua a leggere

#953
7 Aprile

Non per fare il polemico, ma mi piacerebbe poter dire che non ho nulla contro la pancia piatta.

Continua a leggere

#952
6 Aprile

Sì, provate un po’ a dosare! (Non è così che l’avevo detto io.)

Continua a leggere

#951
5 Aprile

D’une oasis à l’autre, les dunes se déplacent flegmatiques mais sans arrêt, à dos de chameau.

Continua a leggere

#950
4 Aprile

Mieux que la colombe et que la tourterelle tenue en laisse fait l’hirondelle, décidément.

Continua a leggere

#949
3 Aprile

Le merde in giro saranno tante quante i pecoroni, che fanno tutti accuratamente razzia della margheritina e del trifoglio spontanei. Non camminare sul prato!

Continua a leggere

#946
31 Marzo

Non diffidare dei funghetti che spuntano nell’insalata del tuo orto, tra le carote fitte e il tonno sbriciolato. Non sono velenosi, dopotutto!

Continua a leggere

#945
30 Marzo

L’urine ne pénètre guêre dans les asperges sauvages si l’on n’y pisse pas dru. J’en suis sur, puisque c’est la mienne qu’ils sentent en tout cas.

Continua a leggere

#944
29 Marzo

Uso pisciare sugli asparagi selvatici per vendicarmi! vi ho avvisati!

Continua a leggere

#943
28 Marzo

Tanto inchiodati al suolo quanto alla tavola di già imbandita! due asparagi selvatici!

Continua a leggere

#942
27 Marzo

Que je écrevisse? dans une vie autre, de fait, on le dirait possible.

Continua a leggere

#940
25 Marzo

Ecco il ritratto della forza di volontà – pensavo pensieroso stamattina, guardandomi allo specchio.

Continua a leggere

#939
24 Marzo

Non si mangia con le mani – specie il prosciutto crudo coi grissini –, è pericoloso!

Continua a leggere

#937
22 Marzo

Je vous l'avoue. Il est des discours rapportés que parfois je sors du tiroir, lorsque la journée imposerait un silence assourdissant, qui m’empêcherait d’écrire justement.

Continua a leggere

#936
21 Marzo

J’écris aussi bien sur les feuilles vertes, qu’on le sache.

Continua a leggere

#935
20 Marzo

C’era già della glassa, stamattina presto, a ricoprire il fior fiore, dell’albicocca.

Continua a leggere

#934
19 Marzo

Lo stesso blu intenso che, ai nostri occhi bovini, sarebbe in grado di ridimensionare una Fiat Multipla (o di rimpicciolire di n volte una Cinquecento X) non può nulla contro la rotondità delle montagne, disegnate sul mio pigiama.

Continua a leggere

#933
18 Marzo

L’écrivain finit toujours par se trahir, dans ses fictions.

Continua a leggere

#932
17 Marzo

Fidèle comme l’ombre, d’une similitude mal réussie, mon chat noir.

Continua a leggere

#931
16 Marzo

C’est plutôt dans la tragédie de l'imperfection (de l’unique crocodile qui tourne sur lui-même pour arracher la cuisse d’une grenouille géante puis répandre son sang vénimeux aux alentours du soleil couchant au beau milieu d’un ciel presque parfaitement dégagé) que l’écrivain se mettra à l’œuvre.

Continua a leggere

#929
14 Marzo

Cara Giulia, se ho messo su questa pancia, è perché t’amo, per esserti davvero complementare, quando (a letto( ci addormentiamo stretti l’uno all’altra, sul fianco. Un abbraccio, G.*

Continua a leggere

#928
13 Marzo

J’insiste de ma grise mine, d’où – tôt ou tard – jaillira mon bonheur.

Continua a leggere

#926
11 Marzo

Je viens de recevoir un appel de la part de mon dentiste, que je n’ai plus revu depuis l’éclatement de la pandémie. C’était pour que je fixe une visite de contrôle justement, puisque la prévention est fondamentale.

Continua a leggere

#925
10 Marzo

Tout comme la colère, le souffle créateur de l’inspiration. Peut-on la retenir longtemps?

Continua a leggere

#924
9 Marzo

Due monete d’oro sugli occhi per affrontare il turbolento viaggio nell’antro della notte, che dentro la bocca sulfurea ritrovo ogni mattina.

Continua a leggere