#1728
25 Ottobre

Suffit-il de partager une même allucination, pour la matérialiser? Quoique vaguement apeurés, Giulia et moi, nous n’en savons pas davantage, du tremblement de terre qui aurait eu son épicentre – dit on – près de Rovigo à 15:45.

Continua a leggere

#1727
24 Ottobre

Da sinistra a destra, lettera dopo lettera, la scrittura si compie nel tempo. Detto diversamente: l’essere perde pezzi strada facendo.

Continua a leggere

#1726
23 Ottobre

Non riesco ad accettare questo lunedì, se non in ore, minuti, secondi, che finiscono per farlo durare una mezza eternità.

Continua a leggere

#1725
22 Ottobre

Durante il XVI secolo Giorgio Ghisi e i membri della famiglia Scultori si dedicarono a incidere gran parte di Palazzo Te, apportando talvolta alcune rielaborazioni. Le incisioni tratte dagli affreschi del palazzo mantovano circolarono a lungo in Italia e anche in Europa, nel corso del XVI secolo, contribuendo alla fama imperitura di Giulio Romano, preso a modello anche dai pittori fiamminghi… Ecco, diciamo che se il traduttore prevale sull’autore… se non l’editore, quantomeno il curatore della mostra di Rubens… dovrebbe pensare a rimborsarci i biglietti.

Continua a leggere

#1724
21 Ottobre

Il vino è il vero frutto della vite, che guarda caso si coglie cavando il picciolo, un picciolo a forma di “tappo”, che si “stappa”, passatemi il temine ma la metafora lo impone ormai, attraverso uno strano, oddio più contorto che strano arnese avvitato – ma dai! – su se stesso, il “cavatappi”: oggi sono proprio in vena di neologismi.

Continua a leggere

#1723
20 Ottobre

Je perds mes cheveux. (Or du coup le statut de cet adjectif devient plus flou).

Continua a leggere

#1721
18 Ottobre

Gli elettricisti urlano sotto la pioggia. (Per quanto fossero molesti, non serbo rancore, e l’idea di saperli grigliati non mi dà quasi alcun sollievo.)

Continua a leggere

#1720
17 Ottobre

Quindi il proprietario dell’appartamento avrebbe fatto a Giulia, che quella mattina era impegnata allo stand, in fiera, l’immenso favore di riportarle l’anello di fidanzamento che aveva dimenticato sul comodino. E allora perché mi sono ingelosito?!

Continua a leggere

#1719
16 Ottobre

Il chiodino cresce incredibilmente dal tronco su cui è piantato. Infatti è spuntato.

Continua a leggere

#1718
15 Ottobre

Médiocre échassier aux pilotis trop courts, mais vaillant funambule, le têtu vacancier allemand se promène dans le lac de Garda, l’eau froide jusqu’aux couilles.

Continua a leggere

#1717
14 Ottobre

“Sotto la pelle dello stile”: ieri sera m’è uscita meccanicamente questa frase, parlando di traduzione – mentre una zanzara mi cannibalizzava.

Continua a leggere

#1716
13 Ottobre

Holàlà, du coup je m’en souviens, et parfaitement même: j’ai l’âge de mon père!

Continua a leggere

#1715
12 Ottobre

Il ritorno a casa presume alcune nozioni delicate, per non dire vaghe, di questi tempi nomadi. A partire da quella di casa. E di editore.

Continua a leggere

#1714
11 Ottobre

Per Cretto si intende una crepa, fenditura, spaccatura, spec. di una superficie intonacata o verniciata o di un oggetto in terracotta – stando all’etichetta color argilla e nero di questa bottiglia di Morellino di Scansano. Una bottiglia asciutta, del resto.

Continua a leggere

#1713
10 Ottobre

Je n’ai pas écrit, hélas: voici la chose la plus importante que j’ai faite hier.

Continua a leggere

#1712
8 Ottobre

L'enorme mole di visitatori accorsi al Book Pride Genova, curiosamente, mi fece pensare al Salone di Torino.

Continua a leggere

#1711
7 Ottobre

Il parquet isola: su questo assioma - che non ha neanche bisogno di verbi - non ci piove.

Continua a leggere

#1710
6 Ottobre

Ce matin je suis comme le guépard, tout juste plus lent.

Continua a leggere

#1709
5 Ottobre

Dépourvue de bras, c’est normal de trouver affreuse la main de l’araignée, qui nous salue.

Continua a leggere

#1708
4 Ottobre

Margherita, capricciosa, margherita, capricciosa, margherita, capricciosa… Ogni volta che alza le ascelle per tagliarla, cambia il gusto della pizza, la mia. (Il vero problema è che, prima del suo avvento, al tavolino di fianco, stavo sgranocchiando un bel fritto misto.)

Continua a leggere

#1707
3 Ottobre

Invasi, colletti, puntelli, tacchi, selle: basta fare due passi in uno scalo di alaggio per svelare, una volta per tutte, il gran trucco del galleggiamento!

Continua a leggere

#1706
2 Ottobre

L’indomani mattina svaporò lontana la luna, il cui riverbero aveva illuminato le nostre notti pisane.

Continua a leggere

#1705
1 Ottobre

Rimane impressa nella retina, pur con tutte le sue imperfezioni, la luna.

Continua a leggere

#1704
30 Settembre

E se le cose stessero esattamente come le aveva, più nitidamente di Democrito, viste Alfred Sisley? che ci aveva messo in guardia sui pericoli delle microplastiche?

Continua a leggere

#1703
29 Settembre

Hélas! Aucune trace de marbre blanc, dans la salle de bain de l’hotel de Pisa où je me suis solidement installé, un David ventru mais vraisemblablement poilu s’extrayant peu à peu de la vapeur.

Continua a leggere

#1702
27 Settembre

Più rari dell’amicizia autentica e del vero amore, gli emoticon dell’abbraccio e della rabbia. Di questo passo, sarà presto vietata anche la mediocrità – troppo vituperabile – in favore di una prudente medietà.

Continua a leggere

#1701
26 Settembre

Se qualcuno ha pensato di mettergli una museruola, vuol dire che non dev’essere poi così buono l’arrosto!

Continua a leggere

#1700
24 Settembre

Sembra ieri, che io e Giulia guardavamo il mondo stando dall’altra parte, del filtro della Letteratura, accanto a Lydie Salvayre.

Continua a leggere

#1699
23 Settembre

Peut-être faut-il que je travaille encore au pouvoir performatif de la langue, incapable jusqu’à présent de gonfler (si petites qu’elles soient) des grappes d’hémorroïdes entre les fesses (si grosses qu’elles soient) de la jolie dame qui de ses bruyantes vidéos et depuis son arrivée dans notre voiture n’arrête de nous gonfler, elle, sans mot dire. Une vendange pour une vengeance, ce n’est pas beaucoup: voici tout ce que je demande.

Continua a leggere

#1698
22 Settembre

Mesdames et messieurs, voici le moustique, le rideau levé. (Gros applaudissements des spectateurs en délire.)

Continua a leggere

#1697
21 Settembre

Propongo di mettere un grazioso accento circonflesso sulla parola – francese del resto – tournêé, per proteggerla dal maltempo.

Continua a leggere

#1696
20 Settembre

Nous nous réveillâme au sixième étage, sinon parmi, tout de même aux anges.

Continua a leggere

#1695
19 Settembre

A tel point haché puis travaillé par la langue (à priori? laquelle?! mais c’est déguelasse!), la baccalà à la vénitienne pourrait aussi bien être fait d’autre chose que de ornithorynque. De pétunias par exemple. De pétunias blanches.

Continua a leggere

#1694
18 Settembre

Il m’arrive de perdre l’orientation, la tournée nous poursuivant, tête-bêche, heureusement que Giulia est là. (Assise juste en face de moi, sur le train qui va arriver à Vénise, me dit-on.)

Continua a leggere

#1693
17 Settembre

Già già… La magia è già palpabile, Pordenonelegge una città…

Continua a leggere