#996
20 Maggio

A tal punto ero concentrato che ho pensato bene, doveva essere martedì, un martedì di certo, credo, di mettermi un dito in un occhio. Seguendo il consiglio del farmacista di fiducia, prenoterò una visita specialistica. Sì, ma di che tipo?

Continua a leggere

#994
18 Maggio

Morbidi pescegatti dalla pancia gialla si muovono agili con la testa tra le nuvole. Davanti alla finestra del mio studiolo, al primo piano, tra un nido e l’altro.

Continua a leggere

#993
17 Maggio

La vraie métaphore de la vie, c’est bel et bien et déjà une métaphore.

Continua a leggere

#992
16 Maggio

Anche l’espressione di quest’oggi stropicciata, scuserete lo scrittore che s’è ubriacato, e ha dormito vestito.

Continua a leggere

#990
14 Maggio

Je laisse entrouverts mes volets, pour qu’on m’ôte les plus terribles cauchemars.

Continua a leggere

#989
13 Maggio

A mieux y penser la mémoire n’a à faire qu’avec l’élasticité des mots, qui s’étirent, et se prêtent – une fois lâchée la prise – à être périlleusement jetés ailleurs, hors portée en tout cas de notre enfance.

Continua a leggere

#985
9 Maggio

A chaque fois que tu fais un choix tu rates quelque chose. Et ne pas choisir, c’est pareil, c’est quitter à jamais le champ de la pure potentialité aérienne pour se retrouver au sol, les mains sales. Autant écrire alors, l’index bleu ciel.

Continua a leggere

#984
8 Maggio

Stamattina ho notato che la quercia dalla lunga e folta chioma lucente (offesa dal vento, forse) mi dà le spalle.

Continua a leggere

#983
7 Maggio

La matière, qui constitue la soi-disant réalité, est partout. Le sommeil, dont notre maigre esprit se nourrit, ne sert qu’à la monder un peu.

Continua a leggere

#982
6 Maggio

-Giulia : «La volontà è davvero libera?» -Io : «Direi di sì, anche se… si sa, col tempo arrugginisce »

Continua a leggere

#981
5 Maggio

Come farglielo capire? come vincere la naturale diffidenza degli indigeni? come convincerli che il cacatua non è una pietanza disgustosa, né un insulto, tantomeno un modo – comunque non efficace, per quanto mi è dato sapere, oggi – di augurare la malasorte?

Continua a leggere

#980
4 Maggio

Mi sorprendo ancora a rimirar, fuori dalla finestra, i fiori bianchi della rubiglia?! io che, in primavera, effettivamente mi distraevo, durante le ore di latino.

Continua a leggere

#979
3 Maggio

Stamattina ho cercato faticosamente di sollevare la zolla, facendo leva col badile lucente, sulla tazza, di caffè.

Continua a leggere

#978
2 Maggio

Oui, c’est vrai. Ce n’est pas un travail, le mien. Pourtant les livres sentent le pain quotidien – notais-je, dans le train.

Continua a leggere

#977
1 Maggio

Et me voilà à l’œuvre aujourd’hui, pour prouver enfin que ce n’est pas du travail.

Continua a leggere

#976
30 Aprile

C’est vrai, l’essence est invisible aux yeux, rougis, qui brûlent déjà. Tenir hors de portée des enfants.

Continua a leggere

#975
29 Aprile

Tiens! Un autre lapin élégant, une carotte encore fumante entre les dents, dans l’intérieur tabac de son Panamera.

Continua a leggere

#974
28 Aprile

Je lui arrache la carotte, sur le nez, voire depuis l’œil, à la taupe.

Continua a leggere

#973
27 Aprile

Toujours en retard? Mais la vraie question est une autre, car je m’entraine là. J’y arriverai? à arriver en retard, le jour de mon enterrement?

Continua a leggere

#972
26 Aprile

Alla fine, dopo tanta salita, ci arrivammo abbastanza vicino. Col fiato abbastanza corto. Da veder le fronde degli alberi, su quell’alto dirupo, muoversi.

Continua a leggere

#971
25 Aprile

ll cire tout le temps le pont de son yacht, pour mieux le faire glisser sur l’eau.

Continua a leggere

#970
24 Aprile

Ce serait une expérience intéressante, d’un point de vue littéraire, bien au délà de celui psyco-sociologique, de priver l’écri-vain de toute “distraction terrestre”, pour ainsi dire, de lui ôter d’emblée l’éphémère quotidienneté, toute la vie en somme sauf l’écriture, la sempiternelle écriture, pour mettre à l’épreuve la grandeur et la noblesse de son beau geste créateur, pour voir ce que ça donne – pensais-je pour un instant, avant de me souvenir de la période du lockdown, il y a un an.

Continua a leggere

#969
23 Aprile

D’après Giulia qui – j’avance un soupçon du moins – tant voudrait aller au restaurant, notre table à manger est beaucoup trop petite, et dure surtout!

Continua a leggere

#968
22 Aprile

A pensarci bene, è giusto. A dispetto delle tante lagnanze – aprite a caso un’antologia! – che la storia delle Lettere ci ha presentato, dico. Sì, trovo giusto, assolutamente, partire da un foglio bianco, perfettamente bianco. Giacché non si tratta di ristrutturare, ma di riprogettare.

Continua a leggere

#967
21 Aprile

Pare s’invecchi precocemente stando a guardare, di fronte allo specchio, il mare laborioso corrugare critica la fronte, onda su onda, lontano dal periodo delle vacanze.

Continua a leggere

#966
20 Aprile

La démesure du monde, qui ne ressemble à rien, mais rime à tout: voici mon champs d’intérêt.

Continua a leggere

#965
19 Aprile

Amico sei euro, originale. (Se solo mi avesse adulato prima, per poi iniziare a parlare di soldi!)

Continua a leggere

#964
18 Aprile

Dozzinali piccioni – è vero –, alcuni dei quali mezzi bianchi, mezzi tortora, e poi rondini cinguettanti, alcune delle quali mezze bianche, mezze blu, ma anche, sulle punte, ballerine bianche e ballerine gialle, per non parlare (non tanto a lungo quanto meriterebbero) dei gabbiani in stand by al vento – seagull insomma – come si conviene al di sopra di una spiaggia semideserta. Sì, difficile dire chi sia stato, a cagarmi sul cappotto.

Continua a leggere

#963
17 Aprile

Certo sarà difficile, per l’ineffabile commissario Elena Ferrante, scoprire chi è… l’assassino… del maggiordomo!

Continua a leggere

#962
16 Aprile

La cosa bella del mio lavoro? – pensavo, chiuso ermeticamente (just leave me alone with my fucking books!) nel mio studio, lontano da tutti e da tutto…

Continua a leggere

#961
15 Aprile

La cosa bella del mio lavoro? – pensavo, chiuso ermeticamente (please, just go away and leave me alone!) nel mio studio, lontano da tutti e da tutto…

Continua a leggere